giovedì 29 dicembre 2011

No, Fabio, no

L'ho letto in poche ore. Ho cercato di trovarci qualcosa di buono. Ho davvero provato.

Non mi è piaciuto per niente. Storia prevedibile, banale, scontata. Scritta da un uomo che finge di essere una donna e si capisce subito. Da cosa? Dalle infinite, noiosissime relazioni degli incontri sessuali tra lei e l'amante. Ma davvero Fabio Volo pensa che le donne scriverebbero un diario focalizzandosi su quello?

A me Fabio Volo piace tanto, in radio.. Ecco, diciamo che mi piace solo in radio per l'improvvisazione, la battuta pronta ed i siparietti culturali (e per la zia Leti, ovvio). Ma ti prego, Fabio, fatti ricordare da me come scrittore per "Un posto nel mondo". Un capolavoro o forse lo è stato per me nel periodo in cui l'ho letto. Bellissimo, parlava della forza di cercarselo e di trovarselo un posto nel mondo. Dopo aver chiuso il libro, ho cambiato lavoro e città e non me ne sono mai pentita.

Di questo "Le prime luci del mattino" si salva qualche frase, qualcosa da scrivere qua e là perchè sono piccole verità, ma niente di più. Già lo scorso anno non mi era piaciuto "Il tempo che vorrei" e per gli stessi motivi. No, non ci siamo.

E adesso nuovo libro e presto nuovo commento...

ciao buona serata a tutti

(foto scattata al mio comodino correndo fuori stamattina)



1 commento:

  1. concordo a pieno! gli ultimi libri hanno deluso molto anche me :(

    RispondiElimina

grazie per il tuo intervento, è prezioso per me!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...