mercoledì 29 febbraio 2012

Quasi amici

Sto postando poco, pochissimo, ma tornerò a breve... appena finito questo delirante periodo fatto di mille tessere da incastrare casa-macchina-lavoro-casini-menate-casini etc.. etc...

Però un flash al quale tengo molto:

- Quasi amici:

Mi sbagliavo quando ho scritto il post su "Amore e altri rimedi". Non si tratta di un'eccezione, ma anzi credo ci sia in atto un vero e proprio trend: affrontare argomenti spinosi con il sorriso. Ad esempio, "quasi amici": un film meraviglioso.

Tu vedi il trailer e capisci che parla dell'amicizia miracolosa tra un uomo bianco, colto, raffinato e disabile ed il suo badante nero, intelligente, vitale e disarmante, ma di umile estrazione e senza cultura. Quindi ti prepari i kleenex dei momenti peggiori, quelli che nemmeno 10 puntate di fila di Grey's Anatomy e vai al cinema. E ti trovi a ridere a crepapelle perchè questo film - produzione francese più vista di sempre - riesce a spostare l'equilibrio narrativo sulla commedia senza tralasciare nessun aspetto della malattia. Dai risvolti psicologici a quelli sessuali e relazionali. C'è tutto, ma si ride quasi sempre.

La scena culto? Quando Philippe (il disabile, ma nel dettaglio paraplegico ed impossibilitato a muoversi dal collo in giù) spiega perchè vuole proprio quel ragazzo come badante e dice: "Lui a volte mi passa il telefono e sai perchè? se ne dimentica. Ed è questo che voglio: nessuna pietà".

Priceless

10 commenti:

  1. Molto interessante la tua recensione! Non è facile riuscire a creare una commedia brillante su un tema così delicato e se il film c'è riuscito, allora veramente merita di essere visto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Riccardo, questo film ci riesce decisamente e se hai due ore di tempo vai senza dubbi. Poi, fammi sapere e grazie della visita

      Elimina
  2. l'ha visto mia mamma che è piuttosto criticona, e mi ha riferito la stessa frase che dici tu, anche lei è rimasta molto colpita dalla simpatica tenera ironia con la quale l'argomento è trattato.
    Spero che i casini migliorino. baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è un film forte e tenero allo stesso tempo, io davvero lo consiglio! Grazie, sì sto cercando di galleggiare un po' nel mare di caos, ma passerà come sempre :-))) un bacio a te

      Elimina
  3. Grazie fra per la recensione .. Se si ride tanto meglio in questi tempi abbiamo tutti bisogno di ridere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, questo film fa bene anche per questo motivo... un bacio a te

      Elimina
  4. Ne ho letto su una rivista, ha incuriosito anche me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti riesce vai a vederlo: bellissimo!!!!

      Elimina
  5. :) interessante, molto bella la "scena culto".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le scene belle sono tante, ma questa mi ha colpito perchè è semplice, ma dice tutto... un bacio

      Elimina

grazie per il tuo intervento, è prezioso per me!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...